Archivi Blog

Don Giuseppe De Luca e Romana Guarnieri [2]: la complessa figura di don De Luca

Questa galleria contiene 3 immagini.

Nel primo articolo mi sono soffermato sulla personalità di Romana Guarnieri perché ha espresso le proprie idee religiose in maniera più esplicita di don Giuseppe De Luca, essendo una laica ed avendo avuto più libertà del sacerdote lucano in questo campo. Inoltre non bisogna trascurare le sue origini olandesi-protestantiche, teosofiche ed antroposofiche, che le hanno dato una forma mentis fortemente “laica” per non dire laicistica.

In questo secondo articolo cercherò di studiare la vita e le idee del sacerdote lucano, direttore spirituale e soprattutto maitre à penser della Guarnieri, per vedere se e in qual maniera esse si allontanino dalla dottrina cattolica, senza dimenticare che il loro rapporto finì “per rovesciare addirittura il ruolo di direttore e diretta, lasciando a Romana, in più di un’occasione, il compito di guidare il prete De Luca” (V. Roghi, a cura di, Giuseppe De Luca – Romana Guarnieri. “Tra le stelle e il profondo”. Carteggio 1938-1945, Brescia, Morcelliana, 2010, p. 8).

Il mio lavoro non è facile perché don De Luca, che aveva un carattere alquanto eccentrico e poteva sembrare un naif, ma in realtà non lo era – date le importanti amicizie che era riuscito a stringere e i rapporti abituali che aveva saputo coltivare con altissime personalità (difficilmente contattabili dalle persone comuni)… … …

… … …«Il De Luca cercò i suoi maestri fuori del Seminario [sfruttando, però, abilmente le conoscenze che aveva fatto in esso, ndr], e li scelse per una base solida di studi alla sua vocazione. […]. Egli non dava un giudizio positivo degli studi religiosi che si facevano in Italia nel primo decennio del secolo [sotto San Pio X, ndr]. Considerò “rigidissime, spesso repressive e più di una volta liquidatrici” le misure adottate dalla S. Sede contro il Modernismo… … … Continua a leggere

Annunci
Galleria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Don Giuseppe De Luca e Romana Guarnieri [1]

Questa galleria contiene 1 immagine.

Studiando la storia culturale/religiosa italiana del Novecento ci si imbatte in una coppia originale: don Giuseppe De Luca (1898-1962) e Romana Guarnieri (1913-2004). Essi furono un punto di riferimento per coloro che volevano studiare la letteratura italiana anche religiosa soprattutto da un punto di vista scientifico, letterario, filologico. Nel loro circolo culturale si incontrano molte amicizie che contano: Giovanni XXXIII, Mons. Montini (il futuro Paolo VI), Alcide De Gasperi, Benedetto Croce, Raffaele Mattioli…

Occorre precisare che, se il pensiero della Guarnieri appare più esplicitamente formulato nei suoi scritti, quello di don De Luca è più ovattato, più difficile da decifrare sia per le amicizie che ebbe a “destra” (card. Alfredo Ottaviani, card. Domenico Tardini, Giovanni Gentile, p. Alberto Vaccari, Giuseppe Bottai, Domenico Giuliotti, d. Pio Paschini, d. Giuseppe Ricciotti, p. Mario Barbera, p. Filograssi, p. Joseph de Guibert), sia per quelle che ebbe a sinistra (Manzù, Franco Rodano, Palmiro Togliatti, Ernesto Buonaiuti, Henri Bremond, Louis Duchesne, Emilio Colombo, Alcide De Gasperi, Giuseppe Sturzo, Carlo Bo, Giuseppe Ungaretti… oltre quelli sopra citati).

Tuttavia qualcosa si riesce a capire del suo modus cogitandi sia a partire dai Carteggi pubblicati (con Montini, con Croce, con De Gasperi, con Papini e Prezzolini, ma purtroppo non con Raffaele Mattioli, che nell’estate del 1947 lo salvò dal fallimento1), sia dal suo modo di vivere.

In questo primo articolo inizio con la “laica” Romana Guarnieri, più facile da decifrare, e nel prossimo mi soffermerò su don De Luca, più ermetico, prudente… … … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

NORIMBERGA ‘45-‘46: anomalie e contraddizioni del Tribunale di Norimberga [Parte 3/3]

Questa galleria contiene 1 immagine.

Norman G. Finkelstein – un ebreo americano, i cui genitori furono deportati in un lager tedesco – fa alcune amare riflessioni (che possiamo far nostre) su quella che egli chiama “la fabbrica dell’olocausto”, definendola una costruzione ideologica di sfruttamento della shoah fatta a posta per interessi materiali, di potere geopolitico ed economico, che è peggiore dell’oblio in quanto vuole sfruttare la sofferenza degli ebrei che realmente furono deportati in campi di lavoro (La fabbrica dell’olocausto, Milano, Bompiani, 2003).

Dopo la “Guerra dei 6 giorni” del 1967, per il Finkelstein, si è utilizzato il dramma della deportazione degli Ebrei nei campi di lavoro, costruendoci sopra il “mito olocaustico”, per giustificare la politica aggressiva di Israele nei confronti dei Palestinesi e degli Egiziani e per spegnere ogni critica nei confronti dello Stato d’Israele.

Secondo Finkelstein “la letteratura sulla soluzione finale fisica degli Ebrei non ha nessun valore scientifico”. Gli studi sull’olocausto son pieni di contraddizioni, frodi e mancano di prove reali, ma Ben Gurion aveva predetto: “Dobbiamo servirci di Hitler per costruire la nostra patria”.  Quindi l’olocausto doveva esistere per far sussistere lo Stato di Israele… … … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

NORIMBERGA ‘45-‘46: anomalie e contraddizioni del Tribunale di Norimberga [Parte 2/3]

Questa galleria contiene 1 immagine.

NORIMBERGA ‘45 – ‘46: le anomalie del Tribunale di Norimberga (Seconda parte) Le leggi retroattive Gli Alleati, oltre a respingere gli argomenti della difesa che potendo essere sollevati li avrebbero messi in imbarazzo (abbiamo già visto il principio del “Tu … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

NORIMBERGA ‘45-‘46: anomalie e contraddizioni del Tribunale di Norimberga [Parte 1/3]

Questa galleria contiene 1 immagine.

NORIMBERGA ‘45 – ‘46: le anomalie del Tribunale di Norimberga (Prima parte) Prologo In quest’articolo cerco di illustrare le contraddizioni, le anomalie e le violazioni del Diritto (specialmente internazionale) compiute durante il Processo di Norimberga (1945-1946). Non voglio fare opera … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

IL PUDORE E LA MODA

Questa galleria contiene 2 immagini.

Esiste un bel libretto di 120 pagine, che raccoglie tre scritti di don Dolindo Ruotolo, don Giuseppe Tomaselli e don Enzo Boninsegna intitolato “Pudore…se ci sei batti un colpo!” [1].  Ne raccomando la lettura e ne porgo qualche riflessione ai lettori… … … Continua a leggere

Galleria | Lascia un commento

In Memoriam Monsignor Brunero Gherardini

Questa galleria contiene 2 immagini.

La notte del 22 settembre del 2107, all’età di 92 anni, è morto in Santa Marinella di Roma Monsignor Brunero Gherardini, uno degli ultimi grandi veri teologi della Scuola romana.

Raccomando lo studio attento di queste opere [vedi articolo intero] a tutti coloro che vogliono capire le cause teoretiche della crisi religiosa attuale e porvi rimedio senza sbandare né per eccesso né per difetto.

Lo incontrai per l’ultima volta presso la sua abitazione nel Palazzo dei Canonici assieme alle Suore Discepole del Cenacolo nel mese di maggio. Poiché le forze gli mancavano e non poteva restare più solo fu ospitato dalle Suore di Santa Marinella che si sono occupate caritatevolmente di lui sino alla fine.

I suoi funerali son stati celebrati il 25 settembre alle 11 presso la Basilica di San Pietro.

Ci raccomandiamo alle sue preghiere per perseverare nella buona dottrina in questo momento difficile della storia della Chiesa. Dio lo riceva nel suo seno!
Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

IL CASO PINOCHET (parte 4)

Questa galleria contiene 1 immagine.

Quarta ed ultima parte 1998: Pinochet indice un Referendum e lascia il potere I tre Referendum Già nel dicembre del 1977 Pinochet si sottomise ad un primo referendum popolare e lo vinse col 77, 47% dei voti. Poi l’11 settembre … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

IL CASO PINOCHET (parte 3)

Questa galleria contiene 1 immagine.

Terza parte Il problema del golpe militare dell’11 settembre del 1973 Il Cile abitualmente è stato una democrazia Spataro scrive: “Il Cile, a differenza di molti Paesi dell’America Latina, ha visto i militari al potere solo occasionalmente ed è stato … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

IL CASO PINOCHET (parte 2)

Questa galleria contiene 1 immagine.

Seconda parte La lotta con l’episcopato cileno filo-marxista Allende era supportato elettoralmente da gran parte dell’episcopato cileno, che a partire dal Concilio Vaticano II era diventato più che progressista e inclinava alla teologia della liberazione. Quando Allende vinse le elezioni … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

IL CASO PINOCHET (parte 1)

Questa galleria contiene 1 immagine.

Prima parte Prologo L’11 settembre del 2017 è ricorso il 44° anniversario del golpe cileno capeggiato, nel 1973, dal generale Augusto Pinochet (25 novembre 1915 – 10 dicembre 2006). In quest’occasione mi sembra opportuno ristudiare quel che successe allora, le … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , | 1 commento

BUON COSTUME: come ci si veste in un Luogo Sacro

Questa galleria contiene 7 immagini.

~ “Come vestirsi in un Luogo Sacro” ~

~ a cura delle suore “Discepole del Cenacolo” ~

~ (SíSíNoNo Periodico Cattolico Anti-Modernista) Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , | 1 commento

Il Sacro Cuore di Gesu’ e il Cuore Immacolato di Maria

IL SACRO CUORE DI GESÙ E IL CUORE IMMACOLATO DI MARIA Prologo Pio XII nell’Enciclica Haurietis aquas (1956) “dopo aver trattato ampiamente del culto di latria dovuto al S. Cuore di Gesù, espone sinteticamente le ragioni per cui ad un … Continua a leggere

Galleria | Lascia un commento

La Guerra Mondiale/Civile Europea del XX Secolo

LA GUERRA MONDIALE/CIVILE EUROPEA DEL XX SECOLO Guerra Mondiale o Europea? Nel corso del Novecento l’Europa ha subìto due devastanti Guerre dette Mondiali, ma realmente e sostanzialmente soprattutto europee (specialmente per le conseguenze disastrose che hanno avuto sulla Vecchia Europa): … Continua a leggere

Galleria | Lascia un commento

EURISLAM

EURISLAM Prologo È appena uscito un interessantissimo libro di Danilo Quinto intitolato Eurislam. L’invasione dell’Europa e la caduta dei valori occidentali[1](Cagliari, Arkadia Editore, 2017[2]). Autolesionismo europeo L’autore ci mette in guardia dal pericolo che stiamo correndo di assecondare il piano … Continua a leggere

Galleria | Lascia un commento

VIDEO: “Da Fatima all’Islamizzazione dell’Europa: la Chiesa e il Mondo a 100 anni dall’Apparizione di Fatima” ~ Don Curzio Nitoglia e l’avv. Francesco Algisi in Conferenza a Cortina d’Ampezzo, martedí 1/8/2017

Questa galleria contiene 1 immagine.

Il video contiene l’intervento di Don Curzio Nitoglia alla conferenza in Cortina d’Ampezzo il martedí 1 agosto 2017. Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Il Legame Inscindibile tra la Shoah e il Vaticano II ~ Dal “caso Williamson”(2009) all’accordo olocaustico/modernista (2017)

Questa galleria contiene 1 immagine.

Il neo-modernismo, a partire dalla Dichiarazione Nostra aetate (1965) ha cercato di negare la dottrina del deicidio, contenuta nella Scrittura e nella Tradizione (Rivelazione divina) ed insegnata dal Magistero tradizionale della Chiesa (ufficio della retta interpretazione della Rivelazione divina).

Il cattolico che vuol conservare la Fede integra e pura, senza la quale è impossibile piacere a Dio (S. Paolo, Rom., X, 9), non può aderire per il principio per sé noto di non-contraddizione, assieme e sotto lo stesso rapporto, a Nostra aetatee alla Rivelazione divina, contenuta nella S. Scrittura e nella Tradizione, interpretate dal Magistero tradizionale.

Quando Benedetto XVI nel 2009 ha detto che per esercitare il sacerdozio e l’episcopato nella Chiesa occorre credere alla shoah (cfr. il “caso Williamson”) non solo ha commesso un grave abuso di potere, ma ha imboccato in maniera ancor più radicale la falsa strada del giudaismo talmudico, che divinizza Israele e nega implicitamente la divinità di Cristo.

Il “caso Williamson” è di capitale importanza (in sé e non per la persona in questione) e la sua espulsione dalla FSSPX non può non portare all’accettazione del Concilio Vaticano II e alla subordinazione nei confronti degli “Ebrei nostri fratelli maggiori nella Fede di Abramo” (Giovanni Paolo II, 13 aprile 1986, Discorso al Tempio maggiore di Roma)…………… Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Il Risorgimento Italiano come Prosecuzione del Protestantesimo Germanico [3]

Questa galleria contiene 1 immagine.

TERZA PARTE ESTERO-LATRIA RISORGIMENTALE Napoleone invade l’Italia Nel 1796 Napoleone Bonaparte invade l’Italia importandovi i princìpi della Rivoluzione francese, proclama che rispetterà la proprietà privata degli abitanti della Penisola, la sua religione, i suoi costumi, ma non mantiene le promesse … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Il Risorgimento Italiano come Prosecuzione del Protestantesimo Germanico [2]

Questa galleria contiene 1 immagine.

SECONDA PARTE Per un sano revisionismo storico del Risorgimento “anti-italiano” Rivisitare il Risorgimento Scrivere di storia spesso vuol dire rivisitarla e gettare nuova luce su un passato che si conosce malamente. Il Risorgimento è una di quelle epoche su cui … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Antonio Salazar: la Rinascita del Portogallo

Questa galleria contiene 1 immagine.

Prologo Ho già affrontato in un vecchio articolo la questione del Portogallo sotto la presidenza di Antonio Salazar (1889-1970), basandomi sul libro di Jacques Ploncard d’Assac (Salazar, Parigi, Editions de la Table Ronde, 1967, tr. it. Salazar, Milano, Il Borghese, … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato | Lascia un commento