Archivi categoria: Russia

Fatima, la Russia e Noi: quali prospettive ~ Conferenza/Incontro del 2 giugno 2022

 

Pubblicato in Conferenze, Fatima, Russia | Commenti disabilitati su Fatima, la Russia e Noi: quali prospettive ~ Conferenza/Incontro del 2 giugno 2022

Risposta alle critiche di esponenti del movimento teocon Italiano sul saggio di mons Viganó (sulla guerra russo/ucraina del 2022)

Questa galleria contiene 1 immagine.

Il 6 marzo è uscito un saggio magistrale (di 41 pagine fitte di note, che provano quanto scritto nel testo) di monsignor Viganò sulla guerra che Putin ha dovuto muovere a Zelenskyj.

Ora, alcuni esponenti del movimento teocon italiano l’hanno criticato asserendo che:

~ 1°) Le nazioni dell’ex Patto di Varsavia (morto il 31 marzo 1991 e ufficialmente sciolto il 1° luglio del medesimo anno), oggi (2022), sotto il Patto atlantico sono più libere che se fossero sotto l’Unione Sovietica.

~ Rispondo: l’URSS si è sciolta ufficialmente il 26 dicembre del 1991. Oggi (2022), la Russia non è più sovietica. Inoltre, parlare di “libertà”, che è la facoltà di scegliere i mezzi migliori per fare il bene (S. TOMMASO D’AQUINO, De Veritate, q. 22, a. 6; q. 24, a. 3, ad 2um; S. Th., I, q. 83; De malo, q. 6, a. 1) e riferirla al modello americano, che confonde la licenza con la libertà (LEONE XIII, Enciclica Libertas praestantissimum, 1888), è improprio.

~ 2°) I teocon riducono l’intervento russo in Ucraina solo a una pura questione economica e geopolitica… … … Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , ,

LA DICHIARAZIONE DI MONSIGNOR VIGANÒ SULLA CRISI RUSSO/UCRAINA (6 Marzo 2022) ~ Conferma che il conflitto russo/ucraino è una “guerra giusta”

Questa galleria contiene 1 immagine.

Nello scorso articolo abbiamo studiato la questione della “guerra difensiva” e, dunque, lecita; poi l’abbiamo applicata al conflitto russo/ucraino (febbraio 2022).

Il 6 marzo è uscito un saggio magistrale (di 41 pagine) di monsignor Viganò sulla guerra che Putin ha dovuto muovere a Zelenskyj.

Mi permetto di riassumere le pagine di monsignor Viganò invitando il lettore a studiare con attenzione quanto scritto dall’Arcivescovo, poiché egli, meglio di ogni altro, ha dimostrato (con ordine, sintesi, concisione, prove e citazioni) come questa guerra sia difensiva e non offensiva (e dunque ingiusta); anzi, addirittura, come essa fosse stata provocata dal Mondialismo per far in modo che Putin dovesse entrare in Ucraina, affinché l’esercito NATO occupante l’Ucraina non entrasse in Russia… … …
Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , ,

COMUNISMO RUSSO E CINESE

Questa galleria contiene 1 immagine.

Il fondatore del comunismo cinese fu Mao Tse-tung. Egli nacque il 26 dicembre 1893. In quel tempo l’Impero cinese era in crisi profonda: circa mezzo secolo di infiltrazioni occidentali (soprattutto inglesi e americane, ma anche europee) in Cina avevano ridotto … Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , ,

La Risposta Strategica alla Invulnerabilitá USA [un articolo di Maurizio Blondet, brevemente qui introdotto da Don Nitoglia]

Questa galleria contiene 5 immagini.

Il presidente russo Vladimir Putin, in occasione del suo discorso annuale al Parlamento Russo, ha presentato la produzione delle nuove armi che renderanno “del tutto inutili” le difese della NATO, lanciando un avvertimento al mondo intero sulla risorgente potenza militare della Russia.

Vladimir Putin, ha descritto le nuove armi sperimentate dalla Russia fra le quali un nuovo missile da crociera, con capacità nucleare e con portata “illimitata” in grado di eludere qualsiasi sistema di difesa aerea.

Lo stesso Putin ha voluto far sapere che la Russia ha sviluppato tale missile, denominato Sarmat, che non ha limiti di portata e che ha può trasportare ogive nucleari e testate ipersoniche, con possibilità di penetrare le difese aeree e missilistiche oggi esistenti.

Putin ha chiarito che  non ha creato nuove minacce nel mondo, “ma al contrario  è per venire ad un tavolo negoziale per pensare ad un rinnovato, futuro sistema di sicurezza internazionale e di sviluppo sostenibile della civiltà”… … … Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , , ,

Solgenitsin e il Ruolo dell’Ebraismo nella Rivoluzione Russa [1]

Questa galleria contiene 2 immagini.

Il ruolo dell’ebraismo nella Rivoluzione del febbraio 1917.
Aleksandr Solgenitsin (1918-2008) ha pubblicato nel 2002 la storia delle relazioni tra ebrei e Rivoluzione russa in due volumi, chiamata Due secoli insieme. Essa è stata tradotta in francese da Fayard di Parigi nel 2003 e nel 2007 dalle Edizioni Controcorrente di Napoli. Il primo volume tratta dell’Ottocento (Ebrei e Russi prima della Rivoluzione) e il secondo del Novecento (Ebrei e Russi durante il periodo sovietico).
Mi baso sostanzialmente sul secondo volume del Solgenitsin per svolgere il tema che mi sono proposto. Il lavoro dell’Autore è molto ben curato e ricco di riferimenti bibliografici specialmente russi. Per non appesantire il testo rinvio alla citazione del libro di Solgenitsin e chi vorrà potrà verificare le fonti che egli cita abbondantemente.
Nel prossimo articolo studieremo l’alleanza che portò l’ebraismo a fianco del bolscevismo vittorioso……………..
Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La Triste Sorte dell’Europa Odierna

Questa galleria contiene 4 immagini.

Il Mondialismo contro Russia e Siria – Il Nuovo Ordine Mondiale vuole distruggere Putin & la Russia putiniana, poiché stanno giocando una sorta di ruolo del katéchon, ossia “l’ostacolo che trattiene” (San Paolo) le forze della Sovversione mondialista e globalizzatrice (Israele, Usa, Turchia e Arabia Saudita wahabita).

L’idea dello Stato-Nazione è vista dal nazionalismo panarabo in termini di liberazione dal giogo schiavista turco-ottomano e coloniale-illuminista franco-britannico ed è stata elaborata da intellettuali arabi, sia musulmani che cristiani. È proprio questo che il fondamentalismo wahabita e salafita, finanziatore dell’Isis non accetta e combatte con ferocia in Siria e in Iraq e in Libia e vuol rimpiazzare il concetto di patria e di “tradizione laica arabo/islamica” con quello di rivoluzione armata.

L’Europa e l’Italia del XX secolo, schiave degli Usa già a partire dalla prima e soprattutto dalla seconda guerra mondiale son divenute una mera base logistica di atterraggio e di lancio per gli aerei degli Stati Uniti d’America e d’Israele (che anch’esso, da qualche anno, ha una parte della sua flotta aerea stanziata in Sardegna). L’Unione Europea del XXI secolo è geo-politicamente e finanziariamente un’appendice del nord America, anzi un’appendicite infiammata e oramai purulenta prossima alla peritonite…. Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Vladìmir Vladimirovich Putin: la sua vita per capire il suo modus operandi e il suo pensiero

Questa galleria contiene 1 immagine.

Le recenti vicende belliche in Crimea e in Ucraina (gennaio/settembre 2014) ci fanno toccar con mano ciò che sino a ieri poteva apparire, agli occhi dei più, soltanto una probabilità. Il Nuovo Ordine Mondiale vuole distruggere Putin e la Russia putiniana, poiché stanno giocando il ruolo del katéchon, ossia “l’ostacolo che trattiene” (San Paolo) le forze della Sovversione mondialista e globalizzatrice (Israele, Usa e l’Arabia Saudita wahabita). Se non ci fosse stato Putin, gli Usa avrebbero fatto fare alla Siria la stessa fine che hanno fatto fare all’Iraq. L’ostacolo che ha fermato l’invasione della Siria, poi dell’Iran e infine della Russia è stato Putin. Questo è un fatto e “contro il fatto non vale l’argomento”.

Putin è diventato oramai per i mass media finanziati dalla “contro-chiesa” il neo-Hitler, il neo-Saddam, il neo-Gheddafi o il neo-Assad da eliminare. Si inizia con la manipolazione del pensiero (Putin viene già dato per impazzito) a mezzo stampa, televisione e radio per terminare con una condanna capitale pubblica ed esemplare (come è successo per Saddam e Gheddafi), una sorta di “Norimberga 1946/permanente” che non passa e non deve passare proprio come la shoah. … … … Inoltre la politica dell’UE nei confronti della Russia, come è successo con l’Iran e la Libia, è auto-lesionistica per l’economia della Vecchia Europa. Infatti l’embargo decretato dagli Usa e dall’UE contro la Russia ha delle ripercussioni molto gravi sull’economia europea già in semi-fallimento conclamato a partire dal 2010.

L’alleato naturale (fisico, storico, culturale e geografico) dell’Europa non dovrebbero essere forse proprio le Nazioni limitrofe dell’est europeo e del Mediterraneo: Russia occidentale o europea (non forzatamente quella asiatica), Siria e Libia? L’Atlantico non è forse uno spazio troppo vasto (rispetto al Mediterraneo e all’Europa dell’est) per poter essere valicato facilmente e rifornire, ad esempio, l’Europa occidentale di gas, che la Russia non ci darà più e che gli jiadhisti di Daesh (ISIS-ISIL…) hanno, recentemente, quasi interamente bruciato in Libia dopo la scomparsa (decretata dagli Usa del Presidente Obama ed eseguita dalla Francia del Presidente Sarkozy) di Gheddafi?
Eppure l’UE si è schierata, suicidariamente, contro i suoi vicini di terra e di mare, con i quali commerciava (importando ed esportando) e con i quali non potrà più far affari proprio nel momento del suo maggior bisogno… … … Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , , , ,

La Questione Ucraina

Questa galleria contiene 1 immagine.

LA QUESTIONE UCRAINA Negli articoli comparsi in questo sito sul Vicino e Medio Oriente, a partire dalla Palestina (1948), dall’Iraq (1990/2003), dalle “Rivoluzioni arancioni” in Cecenia (1990), dalle “Primavere arabe” in Egitto, Libia e Tunisia (2011) e specialmente in Siria … Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , , , , ,

Madre Maria Agnese a Roma – Conferenza sulla Siria

Questa galleria contiene 1 immagine.

A ROMA – CONFERENZA SULLA SIRIA “La cultura politica della Siria consiste nella distinzione dottrinale tra cristianesimo e islam, ma nell’unità e nella cooperazione tra loro nell’ordine temporale e civile. Il Baath ha cercato la convivenza pacifica nell’ordine civile tra … Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , , , , ,

In caso d’invasione della Siria, qual’è la forza bellica dell’Iran??

Questa galleria contiene 1 immagine.

* ●«Si combatte a Damasco come mai prima in sedici mesi di insurrezione. Gli insorti nel cuore di Damasco. Colonne di blindati stanno cercando di entrare nel quartiere di Midan, bastione sunnita adiacente al centro, da dove gli insorti minacciano … Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , , ,

Siria, Russia e America, è cambiato qualcosa?

Questa galleria contiene 1 immagine.

* “Si sta facendo circolare la voce – ripresa da ‘DEBKA’, il megafono dei servizi israeliani – che Mosca non sostiene più Assad e il suo regime e sostiene appieno la missione dell’inviato dell’ONU Kofi Annan”. “Se viene dichiarata guerra … Continua a leggere

Altre gallerie | Contrassegnato , , , , , , , , , ,