in libreria: “NON ABBIAMO FRATELLI MAGGIORI” ~ [Edizioni Radio Spada]

Non abbiamo fratelli maggiori

Perché l’Antica Alleanza è stata revocata e gli ebrei hanno bisogno di Gesù per salvarsi

L’Antica Alleanza è ancora valida? Gli Ebrei devono convertirsi a Cristo? Che cos’è veramente Israele? Chi sono i giudaizzanti? Ha senso parlare di “radici giudaico-cristiane”? E che cosa accomuna su questo tema papa Francesco e il papa emerito Benedetto XVI?

INVITO ALLA LETTURA

Curzio Nitoglia

“Non abbiamo
Fratelli Maggiori”

Perché l’Antica Alleanza è stata revocata e gli Ebrei hanno bisogno di Gesù per salvarsi

Prologo

Il 28 ottobre del 1965 venne promulgata la Dichiarazione conciliare Nostra aetate (d’ora in poi NA) sui rapporti tra Giudaismo postbiblico o talmudico (ben distinto dal Vecchio Testamento) e Cristianesimo. A partire da essa vi è stata una vera “sovversione” della dottrina cattolica sul tema della contro/religione giudaica/postcristiana.

Giovanni Paolo II (1978-2005) ha fatto di NA il “cavallo di battaglia” del suo lungo Pontificato e l’ha diffusa dappertutto. Egli – appena due anni dopo la sua elezione pontificia – ha dichiarato, alla luce di NA, che “l’Antica Alleanza non è stata mai revocata” (Discorso di Magonza, 17 novembre 1980) e, sei anni dopo, che “gli Ebrei sono fratelli maggiori dei Cristiani nella Fede di Abramo” (Discorso alla sinagoga di Roma, 13 aprile 1986).

A partire da queste due asserzioni (oggettivamente contrarie alla fede cattolica), sia Benedetto XVI (2005-2013) sia papa Francesco (2013), non solo hanno ribadito i medesimi errori, ma – come spiega l’Autore nel libro – ne hanno esplicitati dei nuovi (“gli Ebrei postbiblici non hanno bisogno di Gesù per salvarsi”), già contenuti virtualmente in esse e in NA.

La dottrina cattolica insegna, al contrario, che 1°) gli Ebrei sono fratelli maggiormente separati dei Cristiani e non loro fratelli maggiori nella fede; 2°) che l’Antica Alleanza è stata rimpiazzata dalla Nuova ed Eterna Alleanza; 3°) ed infine che tutti gli uomini (Ebrei compresi) hanno bisogno di Gesù (unico Redentore universale dell’umanità) per salvarsi.

Infine – nei primi mesi dell’anno 2019 – è stato pubblicato il libro La Bibbia dell’Amicizia. Brani della Torah/Pentateuco commentati da Ebrei e Cristiani (Cinisello Balsamo, San Paolo) con una “Prefazione” a cura di papa Bergoglio; sùbito dopo – verso il mese di aprile del medesimo anno – è uscito un secondo libro sullo stesso tema, titolato Ebrei e Cristiani, redatto dal “papa/emerito” Benedetto XVI (Cinisello Balsamo, San Paolo) in collaborazione col rabbino-capo di Vienna Arie Folger.

In questi due libri papa Francesco e il “papa-emerito” Benedetto XVI spargono numerosi errori, se non vere e proprie eresie materiali, riguardo alla Fede nella divinità di Cristo, alla SS. Trinità, ai rapporti tra Antico e Nuovo Testamento, alla Redenzione universale di Gesù e al Dogma “Extra Ecclesiam nulla salus!”.

Le “Edizioni Radio Spada” (Cermenate – Como1) hanno appena pubblicato il libro succitato. In esso l’Autore dimostra che gli errori di papa Ratzinger e Bergoglio riguardano a) in generale il problema ebraico/talmudico e b) in maniera specifica 1°) la questione del “Deicidio”; 2°) il problema se i Giudei crocifissori di Gesù sapessero che Egli era Dio; 3°) quale sia l’atteggiamento di Dio nei confronti del Giudaismo religione postbiblica dopo il Deicidio; 4°) il grave problema di Fede che la Dichiarazione NA pone alla coscienza dei cattolici fedeli; ed infine – studiando questi quattro quesiti alla luce della Teologia cattolica tradizionale – ci s’imbatte inevitabilmente nella 5°) questione del Giudeo/Cristianesimo e dei Cristiani Giudaizzanti, purtroppo convogliati, “autorizzati” e spinti a giudaizzare tranquillamente da Bergoglio in maniera esplicita e ancor più da Ratzinger in maniera quasi occulta o occultata.

Buona Lettura!

Carlo Natalini


TITOLO: Non abbiamo fratelli maggiori

SOTTOTITOLO: Perché l’Antica Alleanza è stata revocata e gli ebrei hanno bisogno di Gesù per salvarsi

AUTORE: Don Curzio Nitoglia

PRESENTAZIONE:
«Dio non abbandona, tranne il caso in cui venga abbandonato. Così fu persino per Lucifero: Dio lo ha chiamato alla Visione Beatifica, ma lui ha rifiutato. Dio ne ha preso atto ed ha rotto con Lucifero.
Idem con il Giudaismo, che da Abramo al Giovedì Santo aveva corrisposto, pur se con molte infrazioni, alla chiamata di Dio: ma con la crocifissione del Verbo Incarnato da parte d’Israele, il Vecchio Patto è stato rimpiazzato dalla Nuova Alleanza con tutti gli uomini, Ebrei e Gentili, credenti in Cristo.» (Don Curzio Nitoglia)

INDICE:

Indice – p. 5
Capitolo 1. Bergoglio e Ratzinger giudaizzanti? I loro ultimi libri: La Bibbia dell’Amicizia e Ebrei e Cristiani – p. 7
Capitolo 2. Natura del giudaismo rabbinico e suoi rapporti col Cristianesimo (secondo gli ex rabbini Zolli/Bonsirven e i rabbini Carmona/Toaff) – p. 67
Capitolo 3. Rabbi Jacob Neusner: il “giudeo/cristianesimo” è una “menzogna” – p. 91
Capitolo 4. Alle fonti del giudeo/cristianesimo odierno. Il cabalista Elia Benamozegh (1823–1900) – p. 109
Capitolo 5. I Giudei increduli sono inescusabili – p. 135
Capitolo 6. Dal giudeo/cristianesimo al mondialismo anticristico – p. 143
PAGINE 148 formato A5
© 2019 Edizioni Radio Spada

PREZZO: € 15,00 + spese di spedizione
acquistabile presso:
http://www.edizioniradiospada.com/component/virtuemart/ecommerce/non-abbiamo-fratelli-maggiori-detail.html

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Giudaismo, Libri don Curzio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.