“Il Libro dei Salmi” commentato da Padre Sales [invito alla lettura]

L’Editore Effedieffe (Proceno di Viterbo) procede speditamente con la ristampa della Sacra Bibbia (in 10 volumi) commentata dal famoso teologo ed esegeta domenicano, Maestro del Sacro Palazzo, (ossia il teologo ufficiale del Papa) e professore di Teologia dogmatica al Pontificio Collegio universitario Angelicum di Roma e poi di Esegesi all’Università di Friburgo in Svizzera, padre Marco Sales (prima edizione, Torino, LICE, 1912-1934).

Nel mese di gennaio del 2019 è uscito il V volume della seconda edizione (Effedieffe) su Il Libro dei Salmi (476 pagine, 23 euro1), che contiene anche il bellissimo, musicale, facilmente recitabile e poetico testo latino dei Salmi, secondo la Vulgata di S. Girolamo, oltre alla loro traduzione in italiano e le numerose ed esaustive note, ricche di spiegazioni del significato di ogni versetto dei 150 Salmi, delle varie e molteplici interpretazioni dei passaggi più difficili di essi, dell’esposizione delle opinioni dei Padri ecclesiastici, dei Dottori scolastici, dei teologi e degli esegeti moderni e contemporanei, di confutazione degli errori dell’ermeneutica protestantica e modernistica e di elevazioni di alta spiritualità (sulla dottrina contenuta in ogni Salmo), alle quali il Salterio invita l’anima che li legge e, soprattutto, li medita.

Per pregare, seguendo il contenuto dei Salmi e contemplarlo, (ossia conoscere profondamente e con amore Dio e parlare con Lui cuore a cuore come un amico parla con l’Amico) occorre prima capirne il significato e poi si può gustarne la saggezza e la bellezza (“nihil volitum nisi praecognitum / nulla è voluto e amato se prima non è conosciuto”, Aristotele). Quindi è di fondamentale importanza, per coloro che vogliono avvicinarsi con cognizione di causa al Salterio, averne un buon commento. Quello di padre Sales è ottimo: ampio, sapiente, preciso, profondo, ricco di citazioni patristiche e comprensibile al tempo stesso.

Il famoso esegeta gesuita padre Alberto Vaccari scrive: “Vengono chiamati Salmi (poesie di argomento e scopo religioso), con uso derivato dalla Bibbia greca e latina, i sacri Carmi che gli Ebrei con più proprietà intitolano Inni: poesie religiose di vario argomento, per lo più preghiere o lodi a Dio. […]. I Salmi attribuiti a David sono in massima parte preghiere di soccorso in ogni sorta di afflizione. […]. Il Salterio era di sua natura tutto fatto per divenire come divenne, il Libro di preghiere, il Manuale di devozione, prima per la Sinagoga israelitica e poi per tutta la Chiesa di Cristo. […]. Se qualche passo, come nei Salmi deprecatori o imprecatori, sembrerà duro alle anime avvezze alla dolcezza del Vangelo, rammentiamo il puro zelo della giustizia e dell’onor di Dio che animava i sacri Autori della Bibbia e, così, potremo avere per il peccato tutto il rigore dell’Antica Legge, mentre riserbiamo per il peccatore tutta la carità e la misericordia della Nuova” (in Dizionario biblico, diretto da Francesco Spadafora, Roma, Studium, III ed., 1963, pp. 538-540, voce “Salmi”).

Auguro ai lettori e specialmente ai Sacerdoti, che recitano il Salterio nel Breviario quotidianamente, una meditazione e contemplazione proficua e saporosa del Libro dei Salmi, sicuro che troveranno nel Commento di padre Sales un pascolo sano e ubertoso per la loro vita spirituale e per il loro apostolato (“contemplare et contemplata aliis tradere / contemplare e trasmettere agli altri ciò che si è contemplato”, S. Tommaso d’Aquino). Infatti “la contemplazione è l’anima di ogni apostolato” (Dom Chautard).

Il Salterio è “una sorta di orto, in cui si trovano raccolti assieme i frutti utili e salutari sparsi in tutti gli altri Libri del Vecchio Testamento, dando loro lo squisito sapore della poesia” (S. Atanasio). Inoltre, come diceva S. Tommaso d’Aquino, esso “abbraccia la materia di tutta la Teologia”, che è Dio studiato alla luce della divina Rivelazione. In breve il Salterio è una specie di Manuale di Teologia ascetica e mistica, in cui dottrina spirituale e preghiera si fondono assieme e portano l’anima che vi attinge alle più alte vette della perfezione cristiana. Tutti i Santi li hanno meditati ed ogni uomo, di qualsiasi epoca, vi può trovare tutti gli stati d’animo che affollano lo spirito umano per averne consiglio, consolazione, “soccorso in ogni sorta di afflizione” (A. Vaccari) e fortezza soprannaturale onde sormontare ogni problema che travaglia il cuore dell’uomo.

La maggior parte dei 150 Salmi, di cui 80 sono stati composti dal Re David, profetizza ed annuncia il Messia: Gesù di Nazareth. Il Nuovo Testamento, che realizza le promesse e le Profezie dell’Antico Testamento, è dunque ripieno di rimandi e di citazioni dei Salmi, i quali ci fanno conoscere non solo la dottrina della Rivelazione veterotestamentaria, ma preannunciano e contengono in nuce anche la dottrina della Nuova ed Eterna Alleanza nel Sangue di Gesù Cristo.

Buona lettura!

d. Curzio Nitoglia

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Articoli don Curzio, Bibbia, Libro dei Salmi, Padre Marco Sales, Recensioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Il Libro dei Salmi” commentato da Padre Sales [invito alla lettura]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.